Sopravvivere a te…

Sopravvivere a te

è un dolore infinito

un dolore che non si può

ne spiegare ne capire

Sopravvivere a te

è come avere uno

dieci cento mille coltelli

piantati nel cuore 

e nella testa

Il tempo non è più tempo

i minuti diventano ore

le ore giorni, i giorni anni

I pianti

le urla le lacrime

non placano

questa sofferenza

 

Pescara – 12/11/2010


Solitudini che si incontrano…

Solitudini che si incontrano

che si incrociano

sui sentieri

di questa vita

come foglie che cadono

e si appoggiano

l’ una sull’ altra

fino a quando macerano

fino a quando marciscono

fino a quando spariscono

da questo mondo

da questa vita

 

22/10/2010 – Pescara


Cosa ne sapete Voi…

Cosa ne sapete Voi

del dolore che si prova

del sapore che ha

assaggiare la morte da soli

Guardarsi allo specchio

e non riconoscersi

Occhi gonfi

come dirigibili di lacrime

pronti ad esplodere

a riversarsi

sul cuore, sulla vita

nella speranza

un giorno

di non svegliarsi piu’

16/10/2010 – Pescara


Ti ho uccisa io…

Ti ho uccisa io

amore mio

e’ colpa mia

Ti ho uccisa io

con le mie mani

con i miei gesti

con le mie parole

ed i miei silenzi

Non ho piu’ niente

non sono piu’ niente

non mi resta che aspettare

per poterti raggiungere presto

14/09/2010 – Atene


Volevo dirti che ti amo…

Volevo dirti che ti amo

che non ho mai smesso…

non ne ho avuto il tempo

non ho fatto in tempo

troppo impegnato a pensare

solo a me stesso…

Aspettami

staremo insieme

per l’ eternita’…

12/09/2010 – Atene