La Morte…

Ecco che cos’era la morte: un vuoto immenso, infinito. Come il cielo buio che si estendeva a perdita d’occhio fuori da quella stanza. In che modo avrebbe vissuto la nuova realtà in cui Seiji non c’era più? Aveva cercato di prepararsi, era convinta di essere pronta ad affrontare la sua assenza, ma non aveva capito niente.

[…]

La morte – pensò ancora una volta Tamaki – è un grande vuoto che recide ogni legame. Quelli che restano non possono fare altro che continuare a stringere in mano un filo il cui capo opposto pende pietosamente.

da “IN”

di Natsuo Kirino

Temo fino all’angoscia…

Temo fino all’angoscia
nella mia solitudine di uomo,
che tu possa scomparire
come sei apparsa
improvvisamente quella sera.

Salvatore Quasimodo

e quando il giorno…

… e quando il giorno declina

quando il sonno ci prende

nei nostri letti diversi

i nostri sogni ci avvicinano

oggetti nella stessa tasca

e viviamo confusi

nello stesso pazzo sogno

I miei sogni ti assomigliano

Guillame Apollinaire

Vorrei solo essere lì…

Vorrei solo essere lì dove sei tu.

Vorrei solo fidarmi di te ed amarti e stare con te.

Solo con te, dentro di te,

intorno a te,

in tutti i posti concepibili

ed in quelli inconcepibili.

Mi piacerebbe essere lì

Dove ci sei tu.

 

Frida Kahlo