Umbria…

16/09/09

Ed incomincia cosi, oggi, un mio nuovo, questa volta breve, viaggio in solitaria.

Questa volta la meta e’ l’ Umbria o almeno una parte di essa, ed esattamente quella del Lago Trasimeno.

 Sono partito da Lodi, sotto una pioggia torrenziale che mi ha accompagnato per tutto il viaggio lungo la A1. All’ uscita Val di Chiana esco direzione Perugia fino a Torricella di Magione e, lungo questo pezzo di strada, un pallido sole sembra fare capolino, salvo tramutarsi, nel giro di pochi minuti in un acquazzone infernale.

 Dopo un attimo di sconforto riesco comunque a trovare “l’ albergo”che e’ una ex colonia per bambini  ristrutturata e riadattata con arredamento un po’ etnico un po’ cosi’ cosa’ pero’, complessivamente non sembra male…e’ gestito da dei ragazzi e la clientela sembra giovane e per lo piu’ straniera…sembra quasi di stare in una commune.

Il lago e’ una dimensione un po’ strana, il Trasimeno, in particolare, non e’ un lago grande e, forse a causa di questo sfoggia un acqua torbida ed un aspetto paludoso senza pero’ che questo tolga nulla al fascino ed alla tranquillita’ che gli sono propri.

La prima visita e’ stata dedicata a Castiglione del Lago, una cittadina graziosa, con un centro storico carino. il cui corso principale porta al Palazzo della Corgna dal quale, si accede alla “fortezza”, che in realta’ si chiama Castello del leone (da qui presumibilmente il nome del paese) a forma pentagonale con un torrione triangolare che offre una splendida vista del lago dall’ alto.

 17/09/09

Ormai sembra un destino costante dei miei viaggi in solitaria…il brutto tempo e la pioggia mi accompagnano quasi sempre in questo mio peregrinare.

Comunque, oggi la prima tappa del giro e’ stata Citta’ della Pieve, quasi ai confine della Toscana. Bella, proprio bella, piena di palazzi, torri chiese, tutti in mattoni rossi che fanno un bellissimo contrasto con il verde degli alberi e l’ azzurro del cielo che pero’, oggi, proprio azzurro non e’.

La strada che porta a Citta’ della Pieve da Magione e’ costellata di campi di girasole…purtroppo a  Settembre sono gia’ stati raccolti ma ci tornero’, verso Luglio, perche’ gia’ solo l’ idea del giallo che si staglia nel blu del cielo e che contrasta col verde dei campi e con il marrone della terra, grassa, promette di essere uno spettacolo.

Dopo Citta della Pieve sono andato a visitare tutta una serie di paesini molto belli nell’area del Trasimeno. Costeggiando la costa sud del lago, mi sono fermato a San Feliciano che e’ un paesino di pescatori e poi, sempre costeggiando il lago si passa davanti all’ oasi della valle, zona naturalistica protetta, e a seguire si possono visitare, a brevi distanze, i paesi di Paciano e Panicale, entrambi carinissimi e caratteristici,ed ancora Magione con un bel castello costruito dall’ ordine di Malta, per poi finire a Monte del Lago che offer anch’esso una splendida vista su tutto il lago.

Dopo una mattinata ancora sotto il segno della pioggia adesso, si puo’ godere di un bellissimo tramonto e, se e’ vero che “rosso di sera bel tempo si spera” domani potrebbe essere una bella giornata.

 18/09/09

Per fortuna che oggi doveva essere bello!

Mi sono svegliato e ho pensato fosse Novembre…nebbia, umido, un clima padano!

Comunque si parte uguale…oggi alla volta di Gubbio. La strada dell’ andata e’ stata quella che passa per Perugia e poi la E 45 in direzione Cesena fino ad Umbertide dove si esce alla volta di Gubbio; chiaramente questo pezzo non e’ per niente bello in quanto e’ tutta superstrada ed attraversa molte zone industriali…in compenso da quando si esce, fino a Gubbio, ci si inerpica per colline e monti con dei bei paesaggi sulle campagne ed i boschi…nebbia permettendo.

Gubbio merita veramente di essere visitata…e’ piena di palazzi, chiese e vicoli e viottoli davvero belli, tutti in pietra le danno un fascino ed un aspetto che, in alcuni punti, in certi angoli, si ha quasi l’ impressione di essere in un paesino di montagna.

Numerosi sono i negozi di ceramiche, molti, veramente tanti, alcuni che “offrono” dei prodotti effettivamente notevoli e dove si vede, o almeno si presume, ci sia dietro un bel po’ di lavoro, ed altri invece che, come da copione, offrono serie di souvenir per turisti del nord.

 19/09/09

Finalmente oggi e’ una giornata veramente bella, soleggiata, calda, una giornata di Settembre come dovrebbe essere; Perugia e’ la meta odierna e si preannuncia una giornata piena.

Piena di cose del resto e’ Perugia; il palazzo dei Priori, la Cattedrale, la fontana Maggiore, Corso Vannucci solo per citare i piu’ noti ed emblematici della citta’.

A Perugia e’ tutto bello, tutto carico di fascino di storia e di arte…ci sono angoli dove sembra di essere in un altro tempo circondati dal silenzio, dai suoni e dai profumi di una citta’ universitaria a tutto tondo; la quantita’ di giovani e’ assolutamente stupefacente, la vita pulsa da ogni angolo, in ogni viuzza, in un certo modo si respirano davvero realta’ e culture differenti ed io trovo che sia vermente bello.

Un paio di consigli pratici:

– se volete visitare Perugia di giorno parcheggiate di fronte allo stadio (uscita Madonna Alta) e prendete il minimetro’ fino in centro  ricordatevi pero’ di controllare l’ orario dell’ ultima corsa o vi tocca farvela a piedi per tornare al parcheggio…e’ tutta discesa ma, e’ un po’ lunga.

– non potete mancare di andare a mangiare “dal mi cocco” vicino all’ arco etrusco lungo la via che da piazza Fortebracci porta alla chiesa di S. Angelo, un posto carinissimo e con un ottimo rapporto qualita’ prezzo…anzi, la qualita’ e’, di gran lunga, superiore al prezzo.

Insomma, a Perugia si respira veramente l’ arte in ogni sua forma; dalle bellezze architettonico/paesaggistiche all’ arte nella sua forma piu’ pura, piu’ pratica…mostre, musei, esposizioni di quadri, sculture, palazzi con affreschi che lasciano davvero senza fiato…la storia, la cultura.

 20/09/09

Assisi, che delusione!…l’ ipermercato del clero! Tante chiese belle ma che vengono sminuite dalla presenza di vere e proprie guardie agli ingressi, ed annunci di silenzio che vengono ripetuti dagli altoparlanti con una frequenza che, alla fine, fa piu’ rumore delle orde di pellegrini vocianti.

Le chiese sono effettivamente tante e belle, come tutte le altre che ho visto in Umbria del resto ma, a mio parere, il delirio umano e l’ ostentatezza del clero-business riescono a far passare la voglia di sopportare i modi poco gentili ed anzi, a tratti arroganti, delle guardie e dei frati (ormai trasformati in veri e propri impiegati di dio) che ti accolgono all’ ingresso delle chiese principali…degna di nota invece la vista che si gode dalla Rocca Maggiore.

Dopo Assisi, nonostante sia scoppiato, manco a dirlo, un diluvio universale, mi sono diretto verso due paesini carinissimi: Spello e Bevagna.

Spello, specialmente, vanta una tradizione di terrazzi e balconi fioriti, i quali, gia’ da soli, varrebbero una visita alla citta’ che, oltre ad avere una piccola chiesa con degli affreschi spettacolari offre degli angoli splendidi che meritano di essere “vissuti” in un clima di totale relax.

Insomma, in conclusione, seppur breve e’ stato un viaggio veramente bello, l’ umbria e’ un posto che va sicuramente visitato e, visto che i giorni sono stati pochi ed il tempo non ha aiutato…mi tocchera’ di tornarci…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...